Di giardini e di traduzioni

Molti di coloro che scrivono si sentono anche un po’ giardinieri e botanici delle lingue, che essi apprezzano quasi come fiori in un erbario (fiori di grammatica, di lessico ecc.).
Andrea Zanzotto, Conversazione sottovoce sul tradurre e l’essere tradotti

Durante le mie peregrinazioni mi sono imbattuta nella tesi di dottorato di Silvia Bassi Un «giardiniere e botanico delle lingue» e ho trovato particolarmente suggestiva questa frase del poeta e traduttore Andrea Zanzotto (1921-2011).

Tutto, però, è partito dalla scoperta del blog L’orto di Michelle “dedicato ai lati inaspettati e fascinosi dell’orto”.

Particolarmente apprezzati i suggerimenti per la creazione di piccoli orticelli con il riuso di vari materiali, come vecchie scatole e tazze di latta, bottiglie di plastica, e chi più ne ha più ne metta.

L'orto in latta

L'orto in bottiglia

E poi, tante idee per aiutare gli amici pennuti a nutrirsi. Come questa tazza utilizzata come casetta degli uccelli.

Una tazza di tè per uccellini

Tante altre idee geniali sul blog nel quale vi invito caldamente a perdervi, come Alice nel paese delle meraviglie.