Guida alle librerie indipendenti di Roma

Spesso per pigrizia o semplicemente per comodità si va a comprare libri nelle grandi catene di negozi e, di solito, per pigrizia o per comodità, o semplicemente per sadismo, si va di sabato. Tanto per non sentirsi soli.

Un po’ come si va al supermercato – sempre per comodità – a fare la spesa grossa, si porta la lista (che per un motivo o per un altro non viene mai rispettata), si va verso gli scaffali e si prendono i prodotti senza dover chiedere niente a nessuno, si approfitta degli sconti e delle offerte (come rinunciare ai 3 x 2?), si carica tutto in auto e si torna a casa più o meno soddisfatti, un po’ spossati dalla ressa e dalla lunga fila alle casse ma col frigo o la libreria pieni.

Ma se siete di quelli che amano le botteghe e i negozietti a conduzione familiare, se vi piace avere un minimo di contatto umano e scambiare due parole in pace, se proprio non amate la ressa e preferite girare tra gli scaffali agevolmente, allora sfogliate le pagine della Guida alle librerie indipendenti di Roma (NdA Press, 2011, introduzione di Andrea Satta) e, poi, iniziate a viaggiare seguendo (metaforicamente o realmente) le orme delle tre giornaliste Roberta Barbi, Sara Regimenti e Egilde Verì che vi condurranno in 105 librerie romane tra aneddoti spiritosi e storie di difficoltà quotidiane con un’interessante carrellata tra librerie di ogni tipo sapientemente organizzate negli indici per quartieri, temi e in ordine alfabetico.

E affrettatevi, perché mentre leggete queste righe alcune di esse rischiano di chiudere definitivamente e la loro sopravvivenza non è “un lusso per finti ‘alternativi’ o vecchie signore perdigiorno”, bensì un fatto di “democrazia culturale”, come sottolineano le stesse autrici nella prefazione del libro.

È di questi giorni la notizia che la libreria Bibli il 30 giugno dovrà lasciare la sua sede storica di Via dei Fienaroli a causa del prezzo proibitivo dell’affitto e – si legge nel comunicato stampa – “del prezzo dei libri troppo poco regolamentato perché una libreria indipendente possa andare avanti da sola nel centro storico”.
La libreria pioniera che per oltre vent’anni ha dato spazio a eventi di ogni tipo, dalla musica alla presentazione di libri, dalle mostre alle iniziative per bambini; la libreria-caffetteria dove è possibile pranzare, fare il brunch domenicale o l’aperitivo serale; lo spazio culturale conosciuto anche all’estero e gestito da Gabriella Maggiulli e Agnese Andreoli, rischia di rimanere un ricordo e, per questo, i dipendenti si sta mobilitando con una raccolta di firme tramite il tam tam di Facebook e via email ma anche ‘dal vivo’ in libreria, al cinema Nuovo Sacher di Nanni Moretti o allo stand di Bibli al Festival Letterature di Massenzio.

Complimenti, dunque, alle infaticabili giornaliste che hanno trascorso l’estate tra libri e librai per dare forma a questo progetto originale, spiritoso e utile che prevede una breve introduzione storico-culturale ai rioni e ai quartieri periferici di Roma, dal “rione dei mestieri” Sant’Eustachio al Pigneto di Pasolini, dal multietnico rione Esquilino all’elegante e ricco Corso Trieste, fino alle propaggini di Ostia e Casalpalocco.
E speriamo che questo libro non si trasformi, suo malgrado, in un “archivio storico” ma si arricchisca sempre di più.

E le librerie per bambini?
Quelle segnalate nella guida si contano sulle dita di una mano: L’Albero (Parioli), Il BrucaLibro (Trieste), Il Minotauro (Monteverde), Libreria del Bioparco (Parioli) e Ponteponente (San Giovanni), ma a me ne vengono in mente almeno due che non sono state inserite: Centostorie (Centocelle) e Il ghirigoro (Montemario). E poi c’è Ottimomassimo, una libreria itinerante che “viaggia lungo le strade di Roma e provincia da più di quattro anni”.
Ma le autrici si ripromettono di rimediare nella prossima edizione purché chi non è stato inserito lo segnali sul sito.

E allora non mi resta che augurarvi buon viaggio e buona lettura!

Annunci

Un pensiero su “Guida alle librerie indipendenti di Roma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...